Tra fratelli

tra fratelli

Tra fratelli ci sono momenti di forte litigio, ma anche di grande complicità; è una sorta di microcosmo che li prepara alle relazioni future fatte di conflittualità e riconciliazioni.

Spesso i genitori non vogliono sentirli litigare e tendono a metterli a tacere, ma i piccoli hanno bisogno anche di confrontarsi , sperimentare il limite e conoscersi.

Trovare una soluzione anche da soli può essere molto formativo: fermarsi, prima di intervenire, per capire se è veramente necessario il vostro intervento, fa capire che possono essere in grado di risolvere il problema tra loro; nel caso si stiano facendo male, ovviamente, è doveroso agire, è utile a volte separarli anche per pochi minuti finchè non passa la rabbia; quando si saranno calmati potranno parlarsi anche senza la vostra presenza; in altri casi invece, cercate di non intromettervi subito e aspettate di vedere come si evolve il conflitto.


Fare paragoni
: è da evitare, genererebbe solo competizione e insicurezza.

Sensibilizzarli invece sugli spazi e sul rispetto delle cose dell’altro è un valore che se interiorizzato, si porteranno negli anni a venire.

E’ fondamentale infine, dare il buon esempio: se dimostrerete ansia o incertezza, questo potrebbe riaccendere il conflitto; al contrario, comunicare che siete certi siano in grado di risolverlo, con o senza di voi, darà quella stabilità necessaria a comprendere che un litigio o frattura non metteranno in discussione l’amore e l’intero rapporto.

 


Hai bisogno di approfondire?

Contattami: